Appio Claudio

Appio Claudio è il venticinquesimo quartiere di Roma, indicato con Q. XXV.

Si trova nel quadrante est della città.

A nord-est l’Appio Claudio confina direttamente con il quartiere Don Bosco (dal quale è diviso da via Tuscolana). Ad est, via delle Capannelle separa il quartiere dalla zona di Capannelle nel tratto tra la Tuscolana e l’Appia nuova.

Ad ovest, la via Appia Nuova forma il confine con la zona di Torricola e con l’Appio-Pignatelli fino a via del Quadraro che delimita, sempre ad ovest, l’Appio Claudio dal quartiere Tuscolano (tratto compreso tra l’Appia Nuova e la Tuscolana).

Il quartiere fu costruito in massima parte negli anni cinquanta anche grazie all’intervento dell’INA-Casa. La nascita del quartiere fu seguita da una lenta crescita delle infrastrutture. La zona era, fin dall’inizio, afflitta da problemi di piccola criminalità e da conflitti tra gli abitanti del quartiere e quelli degli insediamenti, detti all’epoca degli anni ’60/’70 baraccati; si trattava di gente nomade o proveniente da regioni come Abruzzo, Molise e Calabria.Questi dormivano sotto l’acquedotto Felice, dove avevano costruito delle casette, chiamate appunto baracche.

Nel 1980 una consistente spinta allo sviluppo urbano fu data dall’apertura della Linea A della metropolitana di Roma, di importanza vitale per il quartiere. Il completamento dei lavori avvenne in vent’anni, tra interruzioni, blocchi della viabilità a ridosso delle stazioni e polemiche. Sempre agli anni ottanta risalgono gli interventi di valorizzazione del parco, con la demolizione delle ultime baracche. Nel 2007 gli ultimi orti abusivi presenti all’interno del parco furono smantellati ridonando la bellezza ed il libero uso a tutti i cittadini di un parco dotato di notevoli ricchezze archeologiche.

Diventa ufficialmente quartiere nel 1961

Con la valorizzazione del Parco degli acquedotti  e l’intervento di capaci costruttori  hanno reso l’Appio Claudio la sede ideale per una zona residenziale caratterizzata da edifici rivestiti in cortina e rifiniture interne di un certo pregio.

All’interno di quest’area, alcune strade hanno prestigio maggiore con consistente aumento di valore degli appartamenti. Via Lemonia, che costeggia il parco, Viale Appio Claudio (la perpendicolare che dalla Tuscolana porta al Parco), Viale Tito Labieno , via Sestio Calvino, nella loro parte finale verso il parco, sono considerate sicuramente più pregevoli da un punto di vista abitativo.

La vicinanza con la via Tuscolana garantisce possibilità di shopping di ogni genere. Il quartiere, inoltre, si sta popolando di piccoli ristoranti che offrono una cucina di qualità (Hostaria Operbacco ne è un esempio) e di artigiani. Pasticcerie, gelaterie, ristoranti cinesi, sartorie, negozi di alimentari, bar e banche rendono il quartiere completo da un punto di vista dei servizi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiedimi le informazioni che vuoi
Powered by

Compare